Recupero e Riciclo nel rispetto della natura

La Nostra Storia

qualcosa sulla nostra azienda


80 anni di Storia


Dagli anni '40 agli anni '60

Racconti... Solo da racconti possiamo scoprire l' inizio di questa attività, che sembra risalga ai primi anni 40. Noi, davanti a nostro padre, ormai anziano seduto su una poltrona a raccontarci tante storie ed episodi che ci sembrano fuori dalla realtà di oggi. Urbano, Nello questi erano gli imprenditori di quegli anni che iniziarono l' attività di rigattiere. Urbano Paradisi aveva il magazzino vicino alla vecchia stazione, e fu da lui che nostro padre andò a lavorare nel 1947. Nello detto Ballera, il concorrente, aveva il magazzino vicino ad Urbano e da lui abbiamo ereditato il soprannome che ancora oggi ci portiamo dietro. Infatti qui se ci vuoi trovare devi chiedere "Dov' è Ballera?". Tale soprannome fu ereditato agli inizi degli anni 60 quando Nello, che aveva il magazzino accanto a quello di nostro padre, smise di lavorare. Urbano Paradisi aveva cessato l'attività nel '59 che fu rilevata dai suoi dipendenti Mario e Casimirro, che dettero vita alla Pratelli e Rugi. Rimaniamo a bocca aperta quando ci racconta di commerci di pelli e ossa o di clienti che arrivavano da luoghi per quel tempo abbastanza lontani come Siena, Volterra, Pomarance e addirittura Massa Marittima con carri carichi di metalli, ferro, pelli ecc. trainati da cavalli, che venivano soprattutto il venerdì perchè a Colle era giorno di mercato e quindi di possibili affari. Le nostre menti cominciano a schiarirsi quando ci parla del trasferimento dalla vecchia stazione allo Spuntone. Lì noi abbiamo trascorso la nostra infanzia tra ferri e carte che al giorno d' oggi avrebbero un valore enorme. Il gioco preferito di Paolo era cercare le patenti (così le chiamava lui all' età di 5-6 anni) tra la carta. Erano semplicemente fogli scritti a mano o a macchina, ma che nella mente di quel bambino avevano chissacchè significato. Abbiamo giocato per anni a nascondino in capanni fatti di letti a bandone o letti in ferro battuto, facevamo bollire l'acqua in calderotti o paioli di rame usavamo per finta chiavi e toppe in ferro.

Gli anni '70

Nel 1971 alla morte di Casimirro Pratelli, nostro padre rimasto solo dette vita alla Rugi Mario che nel 1975 si trasferì nell' attuale sede di San Marziale, più grande e quindi più adatta per gestire un' attività che diveniva sempre più a carattere imprenditoriale. Nacquero negli anni Settanta i primi esempi di raccolta differenziata, con lo scopo di racimolare qualche soldo per aiutare comunità o associazioni. Ci ricordiamo bene delle campane per la carta messe dalla Pubblica Assistenza o di alcuni sacerdoti che raccoglievano carta e stracci per aiutare le comunità delle loro parrocchie.

Gli anni '80

Nel 1982 la famosa legge 915 sconvolse il mercato del recupero, considerando, non a torto, alcuni materiali inquinanti. I primi controlli effettuati dagli organi competenti rilevarono quasi tutti i cantieri irregolari, e questo unito ad un periodo veramente brutto per il commercio delle materie prime mise in crisi il settore. Fu questo il periodo nero del rottamatore che era considerato solo un delinquente ambientale, uno capace di inquinare il mondo e quindi un essere da denunciare. Ci fu una vera e propria selezione, molti chiusero e chi ebbe il coraggio di continuare fu costretto a spese elevate per costruire impianti che garantivano la tutela dell' ambiente.

La nostra professione oggi

Al giorno d'oggi il rottamatore è un vero professionista che svolge anche una funzione sociale. E' infatti nei nostri cantieri che separiamo la materia prima dai materiali inquinanti che vengono smaltiti regolarmente. Siamo noi che mandiamo al recupero le tonnellate di materiali che i cittadini civili raccolgano e differenziano. E' a questo proposito che vogliamo cogliere l' occasione per invitare assessori, presidi e direttori a organizzare lezioni nelle scuole o visite nei nostri stabilimenti per aiutare le generazioni future a capire cosa significa educazione ambientale.

Massimo e Paolo Rugi

Il primo SISTEMA INTEGRATO in Italia che produce materie prime dai rifiuti utilizzando energie alternative

Località S. Marziale, 16

53034 Colle di Val d'Elsa SI

0577 928254